• bestofcluj.png
  • clujuldelanganoi.png
  • gradinabotanica.png
  • muzee.png
  • parcetnografic.png

MUSEI

{gallery}Atractii_turistice/Muzee/GradinaBotanica/{/gallery}

Il Giardino Botanico “Alexandru Borza” dell’Università Babeş-Bolyai di Cluj-Napoca è stato inaugurato nel 1920 dal Prof. Alexandru Borza. Per quanto riguarda la sua organizzazione, ci prevale il concetto scientifico in materia di classifica delle piante e fitografia, abbinata in modo armonioso con il raffinamento artistico che gli conferisce un’aria di fascino e pittoresca del tutto particolare.

Lo spazio del giardino è diviso in più settori, ciascuno con il suo specifico:

- di decoro: dove si coltivano decine di specie con migliaia di assortimenti di piante legnose ed erboristiche;

- di fitogeografia: dove sono esposte le piante caratteristiche alle aree secche di Africa e America Centrale, le formazioni erbose e legnose di America di Nord, Estremo Oriente, Himalaya e Altai, Caucaso e Balcani, nonché le comunità vegetali delle principali regioni storiche del nostro paese;

- sistematico: costituisce un libro vivo di botanica in cui le specie sono raggruppate in famiglie, disposte in ordine filogenetico secondo il sistema originale del Prof. Al. Borza;

- economico e medico.

All’interno del Giardino Botanico è situato anche l’Istituto Botanico rappresentato dal collettivo di botanica della Facoltà di Biologia e Geologia, il Museo Botanico (con 6.900 pezzi conservati diversamente) e l’Erbario dell’Università (che contiene 660.000 pagine di erbario con piante provenienti da tutte le parti del mondo). Per il suo modo di sistemazione, la ricchezza specifica e le funzioni compiute, quest obiettivo rappresenta a dire la verità una perla del nostro municipio e un vero patrimonio nazionale che deve essere conosciuto e protetto.

Curiosità:

- Il Giardino occupa una superficie di 14 ha.

- Le collezioni che provengono da tutti i meridiani della Terra, includono circa 10.000 tassoni.

- Il Giardino Romano è dominato dalla statua della Dea Ceres e da diversi pezzi archeologici che furono scoperti nel municipio romano Napoca, ed è popolato con piante di cultura, legumi e fiori che crescevano nei giardini romani, coltivati anche oggi nei giardini dei paesani gyo-no-niwa, e con numerosi elementi dell’architettura paesaggistica specifica e con importanti elementi floreali dell’Estremo Oriente.

- Il complesso delle serre composto di sei serre in cui si coltivano piante equatoriali, tropicali e sub tropicali, tali come: la famosa ninfea di Amazzonia, gli imponenti palmi, le piante australiane e mediterranee, le piante succulenti, le orchidee e le felci tropicali, ecc.

Tariffa:

Adulti – 5 lei

Alunni, studenti, pensionati, persone con disabilità, militari in termine – 2,5 lei

Studenti e dipendenti dell’Università “Babes-Bolyai" (in base al libretto di studente e alla tessera di lavoro) – gratuito.

Orario

Gradino:

Ogni giorno Gennaio – dicembre – 08:00 – 20:00

Serre: Settembre – marzo – 08:00 – 16:00

Aprile – Maggio – 09:00 – 17:00

Giugno – Agosto – 10:00 – 18:00

Museo: Lunedì – venerdì – 07:00 – 15:00

            Sabato, domenica – chiuso.

 

 

Categoria: IT Muzee

Publicatii

publicatii03